Paesi - Guida Turistica

Italiano
English

.: GRECIA
Grecia  La Grecia, nome ufficiale Repubblica Ellenica, è uno stato europeo situato nel Mare Mediterraneo nell'estremo Sud della penisola balcanica ed è considerata la culla della democrazia, del pensiero e della civiltà occidentale. Confina a Nord con Albania, Repubblica di Macedonia e Bulgaria e con la Turchia nel Nord-Est. Giovane democrazia, la Grecia è riuscita ad entrare nell'Ue nel 1981 (allora CEE), ad adottare l'Euro nel 2001 e ad ospitare le Olimpiadi estive di Atene 2004.

 La parte continentale della Grecia è formata da un insieme di penisole, quali la penisola Calcidica, dell'Attica e del Peloponneso. La conformazione delle coste è piuttosto irregolare con numerose frastagliature, tra le quali spiccano i golfi di Corinto ed Egina, (divisi dall' Istmo di Corinto), Patrasso, Salonicco, Messenia, Laconia, Argolide, Cassandra, Hagiu òrus e diOrfani. La costa ionica è bassa e paludosa. Quelle egee e meridionali, invece, sono alte e rocciose. Le isole greche si dividono in arcipelaghi: a nord ovest c'è quello delle Isole Ionie (tra cui: Corfù, Zante, Leucas, Itaca e Cefalonia); a sud si trova Creta, la più grande delle isole greche; nell'Egeo si trovano l'Eubea, vicina all'Attica, le Sporadi e le Grandi Egee (Lemnos, Lesbo, Kios e Samos). A sud est, Rodi e le isole vicine, situate di fronte alle coste della Turchia, costituiscono il Dodecaneso, e dividono il mar Egeo dal Mediterraneo orientale.

 L'entroterra è per l'80% montagnoso. La catena del Pindo, prolungamento delle Alpi Dinariche, nasce in Albania e si sviluppa in direzione sud-est.
 La Grecia è una repubblica parlamentare in base al referendum del 8 dicembre 1974. La costituzione del 11 giugno 1975; emendata nel Marzo 1986 e nella primavera del 2001 include specifiche garanzie delle libertà civili. Il presidente della Repubblica è scelto da una maggioranza qualificata del Parlamento per un mandato di cinque anni rinnovabili una seconda volta, ed è formalmente il capo di stato. Tuttavia, è il primo ministro con il suo governo che svolge il ruolo centrale nel processo politico, mentre il presidente svolge funzioni governative molto limitate,oltre che le funzioni ceremoniali e di rappresentanza.
 IIn seguito al Trattato di Losanna del 1923, le popolazioni musulmane nella regione della Tracia occidentale non furono oggetto del massiccio scambio di popolazione previsto dall'accordo. Musulmani di etnia turca, musulmani bulgarofoni e rom musulmani furono fatti confluire nella cosiddetta minoranza musulmana di Grecia.
.: LUOGHI D'INTERESSI
Grecia  Olimpo
 Il monte Olimpo è con i suoi 2.918 m la montagna più alta della Grecia ed è inoltre la sede degli dei nella mitologia greca. E' situato nella parte settentrionale del paese, tra la Tessaglia e la Macedonia, non lontano dal Mare Egeo. Nel 1938 è diventato sede del Parco Nazionale del Monte Olimpo.

 Corfù
 Corfù è il nome di un'isola greca, nel mar Ionio, di fronte alle coste dell'Albania, da cui è separata da uno stretto di una larghezza variabile dai 3 ai 25 km. La popolazione ammonta a circa 110.000 abitanti, di cui circa 36.000 nella sola capitale.
 L'isola è relativamente piccola, di forma vagamente triangolare, con il vertice a sud e la base sul lato orizzontale da est a ovest, e misura circa 35 km di base per circa 65 di altezza, (580 km²) con uno sviluppo costiero di 217 km: le coste sono molto frastagliate e offrono capi, baie, porti, punte e numerosissime spiaggie. Molte località sono attrezzate per ospitare imbarcazioni da diporto. La cima più alta è il monte Pantokrator (908 m, alcuni riportano 916).
 Dopo un breve periodo sotto la dominazione francese e pochi anni riunita in una confederazione di isole, Corfù passò alla Grecia nel 1864; nella Seconda Guerra Mondiale fu base navale degli alleati, venne poi presa dall'Italia e sempre a Corfù venne combattuta un'aspra battaglia tra italiani e tedeschi in seguito all'armistizio dell'8 settembre 1943, battaglia che portò all'eccidio degli ufficiali italiani, fra cui si ricorda il tenente Natale Pugliese.
 Dal 1944 è ritornata alla Grecia ed è meta di turisti grazie al clima mite ed alla bellezza del mare; gli unici resti delle numerose dominazioni sono un palazzo reale di epoca classica, un teatro veneziano e fortificazioni dello stesso periodo.
 Nativo di Corfù era Kostantinos Kapodistrias, primo presidente della Grecia libera (1830).
 Viene identificata con l'isola dei Feaci dell'Odissea.

 Peloponneso
 Il Peloponneso (anticamente Morea) è una regione storica e geografica (21.379 km²) della Grecia meridionale, che forma una penisola tra il Mar Ionio e il Mare Egeo.
 Abitato fin dal Neolitico, il Peloponneso ha visto poi l'invasione di popolazioni elleniche (2000 a.C.) e successivamente dei Dori, all'incirca nel XII secolo a.C.. Il dominio di Sparta si impose tra il X secolo a.C. e l'VIII secolo a.C. e resistette fino all'invasione dei Macedoni (366 a.C. circa). In seguito i Romani presero possesso della regione nel 140 a.C..

 Tempio di Efesto
 Il tempio di Efesto è un tempio greco situato poco sopra l'antica agorà di Atene, in Grecia, ed è uno dei templi dorici meglio conservati al mondo. È meno noto del vicino Partenone. Il tempio è conosciuto anche come Hephaesteum o Hephaesteion. Viene chiamato anche Theseion perché ritenuto erroneamente in epoca bizantina il luogo di sepoltura di Teseo.
 Il tempio è esastilo e conserva intatte le colonne, il muro della cella, la trabeazione e gran parte dei frontoni, a differenza del Partenone. Ciò è dovuto principalmente al fatto che nel VII secolo venne convertito nella chiesa di San Giorgio. Sono andati invece perduti gli interni, inevitabilmente rifatti per adeguare la struttura antica al suo nuovo utilizzo.
 Durante l'Impero Ottomano l'edificio fu la più importante chiesa ortodossa della città e fu il luogo in cui venne accolto il primo re greco Ottone I.
 Attualmente il tempio è classificato come sito archeologico dal ministero della cultura.

 Teatro di Erode Attico
 L'Odéion di Erode Attico è un piccolo teatro costruito in Atene nel 161 d.C. Fu fatto erigere da Erode Attico, ricchissimo sofista in memoria di sua moglie. La scena misurava 35 m di larghezza. È ancora possibile vedere il pavimento davanti la scena, in marmo bianco e cipollino (varietà di marmo).
 I gradini disposti su 32 file potevano contenere 5 mila persone.
 Il teatro fu distrutto nel 267 in seguito all'invasione degli Eruli.